Maltempo: Crocetta, presto sarà dichiarato stato di calamità naturale

L'annuncio del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, in visita ieri a Modica e a Scicli. La dichiarazione interesserà anche il territorio ibleo che nella notte tra il 22 e il 23 gennaio è stato travolto da una violenta ondata di maltempo

Presto sarà dichiarato lo stato di calamità per i danni subiti dal maltempo. Lo ha annunciato ieri il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta in visita a Modica e a Scicli. La dichiarazione interesserà, quindi, anche il territorio ibleo che nella notte tra il 22 e il 23 gennaio è stato travolto da una violenta ondata di maltempo.

Crocetta ha parlato di uno stanziamento totale per tutta l’Isola di 120 milioni. Per Modica si temono danni tra i 5 e gli 8 milioni di euro. Nello stato di calamità potrebbero arrivare circa 3 milioni per le emergenze immediate: il depuratore e le strade.

“La nostra preoccupazione principale – ha detto il presidente della Regione – è rivolta al blocco del depuratore che può causare un disastro ambientale non indifferente. Abbiamo fatto un sopralluogo e occorrono interventi urgenti per il patrimonio edilizio urbano, uffici pubblici e scuole, viabilità urbana, che hanno subito danni incredibili”.

Anche il sindaco di Scicli Enzo Giannone ha sollecitato un pronto intervento della Regione per il depuratore della Fiumara.

Commenta: