Ircac: nel 2016 approvati finanziamenti per oltre 17 mln

Aumento significativo rispetto all'anno 2015 quando erano stati elargiti 5,7 mln di euro di finanziamenti

L’attività istituzionale dell’Ircac ha registrato una crescita rispetto all’anno precedente. Nel 2016, infatti, l’Istituto regionale per il credito alla cooperazione ha approvato complessivamente 145 delibere relative a finanziamenti diretti ed indiretti, per un ammontare complessivo di 17.255.672 euro, facendo registrare un aumento significativo rispetto all’anno 2015, quando erano state approvate 90 delibere per un totale di 5.724.539 euro.

Nel 2016 la provincia che ha ottenuto il maggior numero di finanziamenti è stata quella di Palermo seguita delle provincie di Catania e Trapani. Fanalino di coda Enna e Caltanissetta. I crediti più richiesti sono stati quelli di esercizio, in tutto 78, metà dei quali destinati allo start-up di impresa.

Negli ultimi dieci anni l’Ircac ha concesso circa 350 crediti di esercizio proprio per lo start-up di impresa a cooperative di nuova costituzione, consentendo a molti giovani di percorrere la strada dell’autoimpresa attingendo ad un credito concesso senza la presentazione di garanzie reali ma con una semplice fidejussione personale e a tasso agevolato. Su tutti i finanziamenti dell’Ircac viene applicato il tasso di interesse annuo dello 0,30%, molto più vantaggioso di quelli attualmente applicati dal sistema bancario tradizionale.

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento dell’attività creditizia nel 2016 – commenta il commissario straordinario dell’Ircac Antonio Carullo che conferma la validità del ruolo che l’Ircac svolge, ormai da oltre mezzo secolo, a sostegno del sistema cooperativistico regionale, svolgendo anche una importante funzione anti-usuraia e consentendo ad imprese piccole e piccolissime di potere accedere ad un sistema di finanziamento trasparente e rigoroso ma allo stesso tempo vantaggioso. La funzione sociale dell’Ircac si coniuga così con quella creditizia, consentendo alle cooperative siciliane di potere contare sull’Istituto come interlocutore certo ed affidabile”.

Nell’anno 2016, inoltre, è continuata l’attività di recupero crediti dell’Ircac. Fino al mese di ottobre, infatti, erano rientrati nelle casse dell’Istituto oltre 2 milioni di euro mentre nell’ultimo quinquennio l’attività di recupero ha consentito il rientro nelle casse dell’Ircac di ben 17 milioni e 500mila euro che potranno essere utilizzati per nuovi finanziamenti a cooperative.

Commenta: