Innovazione, gli enti siciliani premiati allo Smau di Napoli

I casi di successo del San Raffaele di Cefalù, della Pro loco di Caltanissetta, dei Comuni di Racalmuto e Solarino

C’è anche molta Sicilia tra i soggetti premiati dallo Smau, la scorsa settimana a Napoli, che si sono distinti per la realizzazione di progetti innovativi attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione. La prestigiosa matching platform ha riconosciuto il valore di alcune iniziative Made in Sicily:  dall’Ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù alla Pro loco di Caltanissetta, dal Comune di Racalmuto a quello di Solarino.

  • L’“ospedale social” più vicino ai cittadini. Visto l’utilizzo diffuso dei social network e più in generale del web, perché non utilizzare queste tecnologie per diffondere informazioni e dialogare con i cittadini? È questa l’idea vincente della Fondazione che gestisce l’Ospedale di Cefalù. Arricchire il parco dei tradizionali canali di comunicazione con quelli digitali. Lo staff dell’Ospedale ha, quindi, realizzato una piattaforma multicanale costituita da strumenti di marketing diretto (newsletter, sms, Whatsapp, sito web) e media tradizionali (stampa, tv e radio), il tutto integrato con le piattaforme di social network. Non solo servizi di carattere informativo, ma anche de e-procurement come la possibilità di consultare o ritirare i referti online, la diagnostica per immagine ed effettuare le prenotazioni.
  • Un selfie che vale una vacanza. Un vero e proprio concorso a premi, quello del progetto “Taste, Selfie & Win Sicily”, promosso dalla Pro loco di Caltanissetta. Utilizzare i linguaggi e le abitudini social, in uso soprattutto tra le nuove generazione, per far veicolare le immagini della città e creare attorno a queste curiosità ed interesse. Il tema scelto è stato quello religioso. Durante la settimana santa i partecipanti si sono sfidati a colpi di scatti che poi hanno condiviso sul profilo Facebook del concorso. Ai vincitori è stata regalata una vacanze in Sicilia e in Puglia. L’iniziativa nata lo scorso anno era stata presentata ad Expo 2015, dove erano state esposte le foto della “Vara dell’Ultima cena” di Vincenzo e Francesco Biangardi e la processione dei Misteri del giovedì santo, che avevano permesso ad alcuni visitatori di vincere una vacanza in Sicilia.
  • La raccolta differenziata “a fastidio zero”. È il sogno di tutti gli amministratori alle prese con la difficile attività di gestione e smaltimento dei rifiuti, ma è soprattutto il sogno di tutti i cittadini quello di poter fare la raccolta in modo semplice e magari risparmiando sulla tassa comunale. E’ diventato realtà a Racalmuto, con il sistema uno@uno che permette di tracciare ogni tipo di rifiuto. Un modello che lo scorso anno aveva consentito al Comune di Valledolmo di ottenere il “Premio Innovazione Digitale 2015”. Ad ogni famiglia è stato assegnato un kit informativo e quattro diverse etichette da applicare ai sacchetti della spazzatura, che in questo modo possono essere identificati e pesati singolarmente. I dati vengono così trasmessi ad un server centrale e visualizzati in automatico su una pagina dedicata del sito web dell’Ente, dal quale i cittadini possono consultare la progressione dei propri conferimenti. In base alla quantità di rifiuti differenziata viene applicato lo sconto sulla tariffa. Inoltre, il Comune ha il vantaggio di controllare e monitorare i flussi.
  • L’intelligenza artificiale al servizio dei cittadini. Accade a Solarino, in provincia di Siracusa, dove il Comune ha pensato di sperimentare la soluzione tecnologica di Axélero S.p.A, società specializzata nella business intelligence, con lo scopo di consentire ai cittadini di richiedere online documenti e pratiche, interagendo in tempo reale con gli uffici interessati, assistendo il cittadino e assicurandosi che la richiesta sia completa di tutta la documentazione accessoria necessaria, così da velocizzare l’ottenimento della certificazione. Il progetto si basa su una piattaforma collegata ai più popolari canali di comunicazione digitale (Facebook Messenger, Telegram, Skype, Web Chat e Telefonate). Attraverso questi canali il sistema è in grado di interagire con i cittadini, fornire loro informazioni e assistenza e nel caso di richiesta di documenti prendere in carico le loro istanze e smistarle agli uffici competenti.

Sono questi i casi di successo siciliani più recenti premiati da Smau. Nelle edizioni precedenti altre realtà dell’Isola avevano ottenuto importanti riconoscimenti. Anche se per raggiungere i livelli delle regioni italiane più avanzate c’è ancora molta strada da fare, la sempre più frequente presenza di enti pubblici e privati nostrani in questo tipo di classifiche nazionali fa ben sperare. Da qui passa gran parte dello sviluppo economico ad alto valore aggiunto ed il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Commenta: