Fondazione Res va salvata. L’appello di Marziano a Crocetta e Puglisi

    L'Istituto di ricerca su economia e società in Sicilia, di Unicredit Group, è a corto di risorse per il finanziamento delle proprie attività

    “Bisogna trovare gli strumenti per superare la decisione di chiudere la Fondazione Res: non può essere cancellata”. E’ l’appello che l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale Bruno Marziano ha rivolto al presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e al presidente della Fondazione Giovanni Puglisi, rettore dell’università Kore di Enna. L’Istituto di ricerca su economia e società in Sicilia, di Unicredit Group, è a corto di risorse per il finanziamento delle proprie attività. Da otto anni la Fondazione Res approfondisce tematiche di particolare rilevanza per lo sviluppo locale e regionale, affrontate in chiave comparata sia con le regioni del sud e del centro-nord che con alcune specifiche realtà di altri paesi europei.

    “La sua chiusura – afferma Marziano – rappresenterebbe un impoverimento nell’ambito degli enti di ricerca e la conclusione di una esperienza importante che ha consentito l’analisi del mondo delle università e del lavoro”. L’assessore chiederà al presidente Crocetta e a Puglisi “di fare tutto affinché non venga sciolta, pur sapendo che la decisione finale non afferisce solo alla Regione. Bisogna trovare altre soluzioni – conclude – magari riducendo i costi, per non chiudere e superare la fase di crisi”.

    Commenta: