Ammissione in soprannumero al corso triennale di formazione specifica in medicina generale, anni 2016/2019

Ammissione in soprannumero al corso triennale di formazione specifica in medicina generale, anni 2016/2019.  Visto lo Statuto della Regione; Vista la legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5; Visto l’art. 1, comma 143, della legge 23 dicembre 1996, n. 662; Visto il decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368 in attuazione della direttiva n. 93/16/CEE, in materia di libera circolazione dei medici e di reciproco riconoscimento dei loro diplomi, certificati ed altri titoli, come modificato dal decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 277 in attuazione della direttiva n. 2001/19/CEE ed, in particolare, l’art. 25 che stabilisce che le Regioni e le Province autonome emanano ogni anno, entro il 28 febbraio, i bandi di concorso per l’ammissione al corso triennale di formazione specifica in medicina generale, in conformità ai principi fondamentali definiti dal Ministero della salute, per la disciplina unitaria del sistema; Visto il decreto del Ministero della salute 7 marzo 2006 “Principi fondamentali per la disciplina unitaria in materia di formazione specifica in medicina generale”;

Vista la legge n. 401/00 “Norme sull’organizzazione del personale sanitario” che, all’art. 3, prevede che i laureati in medicina e chirurgia iscritti al corso di laurea prima del 31 dicembre 1991 ed abilitati all’esercizio professionale siano ammessi a domanda in soprannumero, senza borsa di studio, ai corsi di formazione specifica in medicina generale di cui al decreto legislativo 8 agosto 1991, n. 256; i medici ammessi in soprannumero non hanno diritto alla borsa studio e possono svolgere attività libero-professionale compatibile con gli obblighi formativi; Ritenuto di dare attuazione all’art. 3 della legge n. 401/00 in conformità ai principi espressi nel citato D.Lgs. n. 368/99, prevedendo l’ammissione in soprannumero al corso di formazione specifica in medicina generale dei laureati in medicina e chirurgia che hanno proposto istanza possedendone i requisiti;

Considerato che sono pervenute a questo Dipartimento le istanze dei sanitari Alessi Maria Costanza, nata a Palermo il 24 maggio 1965, Beninati Gianni, nato a Caltagirone il 9 novembre 1973 e Mulè Antonino, nato a Mussomeli il 18 novembre 1965, che dichiarano di possedere i requisiti previsti dalla vigente normativa per l’ammissione alla frequenza al corso di formazione specifica in medicina generale 2016-2019, ai sensi dell’art. 3 della legge 29 dicembre 2000, n. 401; Decreta: Articolo unico I sanitari Alessi Maria Costanza, nata a Palermo il 24 maggio 1965, Beninati Gianni, nato a Caltagirone il 9 novembre 1973 e Mulè Antonino, nato a Mussomeli il 18 novembre 1965 sono ammessi alla frequenza in soprannumero, ai sensi della legge n. 401 del 29 dicembre 2000, art. 3, al corso triennale di formazione specifica in medicina generale per gli anni 2016/2019.

Considerato che sono pervenute a questo Dipartimento le istanze della dr.ssa Drogo Maria Cosima Rita, nata a Canicattì il 14 novembre 1963 e della dr.ssa Di Chiara Claudia, nata a Palermo il 21 maggio 1967, che dichiarano di possedere i requisiti previsti dalla vigente normativa per l’ammissione alla frequenza al corso di formazione specifica in medicina generale 2016-2019, ai sensi dell’art. 3 della legge 29 dicembre 2000, n. 401; Decreta: Articolo unico I sanitari Drogo Maria Cosima Rita, nata a Canicattì il 14 novembre 1963 e Di Chiara Claudia, nata a Palermo il 21 maggio 1967, sono ammessi alla frequenza in soprannumero, ai sensi della legge n. 401 del 29 dicembre 2000, art. 3, al corso triennale di formazione specifica in medicina generale per gli anni 2016/2019. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana e nel sito dell’Assessorato della salute. Palermo, 18 gennaio 2017.

Commenta: