Almaviva Palermo: mercoledì vertice al Mise per scongiurare i trasferimenti coatti

Sono 60 i lavoratori costretti a trasferirsi a Rende, in provincia di Cosenza

Si terrà mercoledì prossimo al Ministero dello Sviluppo economico il vertice tra Almaviva Contact, Exprivia e i sindacati sui trasferimenti coatti dei lavoratori della sede di Palermo in quella di Rende, in provincia di Cosenza. Dopo le tante richieste fatte è finalmente arrivata la convocazione. Il tavolo sarà presieduto dal viceministro Teresa Bellanova.

Sono 60 i lavoratori costretti a lasciare la città, dopo che Almaviva ha perso la commessa Enel vinta da Exprivia. Ma per i sindacati basterebbe rispettare gli accordi siglati nel corso della trattativa per trovare una soluzione che metta d’accordo tutti. Per questo dal 19 dicembre scorso sono in sciopero.

Intanto nei giorni scorsi il presidente di Almaviva Contact, Andrea Antonelli, in una riunione svoltasi a Palermo ha dichiarato che la società ha intenzione di puntare proprio sul capoluogo siciliano come principale sede italiana. Una notizia che ha suscitato stupore e un cauto ottimismo da parte dei sindacati, che adesso attendono prove concrete sulle reali intenzioni dell’azienda.

Commenta: